A song of ice & Blade

Vieni amico orsù qui ad ascoltare
le gesta eroiche, dolenti ed amare
delle gente di Astech che venne dal mare

Ampie pianure, verdi brughiere
Marcia fiero col vessillo l’alfiere
L’esercito di cavalier conduce
Ma gli attende un destino truce
Chi alla forza l’orgoglio preferre
Tema l’indomito spirito di queste terre

Brucia il fuoco di candido algore,
Brucia il ferro e gela il cuore
dilania carni e membra divora
nella terra ove il drago dimora

Il sacerdote nel tempio sta chino
Ma l’animo d’ egli è meschino
l’ipocrita del bianco cervo predica
Ma non l’anima sua così non medica
Verrà lesto nella notte il demonio
A reclamar il suo mercimonio

Brucia il fuoco di candido algore,
Brucia il ferro e gela il cuore
dilania carni e membra divora
nella terra ove il drago dimora

Corre la lepre nella foresta
Corre veloce e poi di colpo s’arresta
Scocca la freccia dall’ arco letale
e presto la vita toglie all’ animale
l’ uomo dei predator è il più crudele
della morte egli il cane fedele

Brucia il fuoco di candido algore,
Brucia il ferro e gela il cuore
dilania carni e membra divora
nella terra ove il drago dimora

Questa terra oscura e dimenticata
mai da uomo è stata domata
ma non pensar che la città ospitale
non celi pericol meno letale
Uccidon lente le parole velenose,
che a confronto le spade son pietose

Brucia il fuoco di candido algore,
Brucia il ferro e gela il cuore
dilania carni e membra divora
nella terra ove il drago dimora

Anonimo

A song of Ice & Blade

marcodriutti Banner